A causa di infiltrazioni dal collettore fognario posizionato ad una quota superiore rispetto allo scavo in corso, si interrompe per alcuni giorni l’attraversamento di interrato dell’acqua morta con il sistema no-dig. Per verificare le esatte cause del problema verificatosi, sarà necessario aprire uno scavo a cielo aperto con conseguente interruzione del traffico. Tecnici e impresa sono già operativi. In mattinata il sopralluogo sul posto alla presenza dei vertici di Acque Veronesi (presenti il presidente Mantovanelli, il vice Corrà, il direttore generale Peroni e il direttore tecnico-operativo Anti), l’assessore comunale alle strade Padovani e il comandante della Polizia Municipale Luigi Altamura. Acque Veronesi si scusa per i disagi provocati.